francesca-fontanella-psicologo-blocco-dello-scrittore-rilassamento-e-arteterapia-provato-per-voi

Foglio bianco. Passano pensieri ed idee. Questa no, questa no, questa…no!

E non scrivo nulla.

Come mai?

Mi viene in mente il Blocco dello Scrittore. Non sono una scrittrice, ma il Blocco ce l’ho. Ecco che parte il rimuginio…e, naturalmente, il rimuginio non serve a un bel niente!key-1318362_960_720

Allora mi fermo. Respiro lentamente, concentrandomi sul ciclo di inspirazione-piccola pausa-espirazione e ascolto me stessa, chiedendomi qualcosa di più sul Blocco.

A sopresa (ma neanche tanto!), il corpo mi rimanda la sensazione di stanchezza e mi dice qualcosa che suona più o meno come:”Hai un ritmo troppo veloce e non ti sto dietro! Fai qualcosa di rilassante, scriverai più tardi!

Non accolgo di buon grado questo messaggio perché vorrei scrivere ora, proprio ora…poi ho alcuni colloqui, un impegno personale, una telefonata con il commercialista… insomma, dovrei scrivere proprio ora!

Dovrei? Mah! direi che, piuttosto, sarebbe preferibile… Ma dato che non sto scrivendo nulla e la tensione aumenta e con essa il senso di urgenza di trovare un’idea, capisco che sto usando male il mio tempo.

Prendo un màndala (o mandàla se preferite la pronuncia tibetana) e comincio a colorare… mentre coloro respiro… ad ogni colore, ad ogni particolare del màndala, penso ad una mia caratteristica positiva, a qualcosa che mi sembra sia andato bene. Ogni tanto mi distraggo e riporto gentilmente la mia attenzione sul disegno che sto colorando.mandala colorato

Terminata la colorazione… ho deciso che cosa potrei scrivere nel mio prossimo articolo! Scriverò di arte-terapia e counseling espressivo! Penso di non avervene mai parlato!

Lo faccio più tardi, dopo i colloqui, l’impegno personale e la telefonata. Al più lo farò domani. Non sento più la fretta e il senso di urgenza di prima perché, ora, l’idea è arrivata.

Queste poche righe per condividere con voi l’esperienza di impasse che ho vissuto.

Vi è capitato di sentire un blocco simile? Cosa ne avete fatto?

Dott.ssa Francesca Fontanella

 

Se ti è piaciuto, condividilo:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

    2 commenti

  1. emcquadro 23 Maggio 2016 at 17:51

    In caso di blocco, vado avanti lo stesso; considererei grave se un blocco di questo genere dovesse influenzare il mio vivere. Io lascio fluire; la voglia (a mio avviso prima alleata della creatività), dopo una passeggiata, poi torna.

    • Grazie per la condivisione emcquadro 🙂 Complimenti per aver osservato che in lei la voglia è alleata della creatività e per aver trovato nella passeggiata un’ulteriore alleata. Oltre alla voglia ha notato altri elementi che favoriscono la creatività?

Lascia un commento