francesca-fontanella-psicologo-il-disegno-in-terapia-una-gustosa-ciliegina-sulla-torta

Il disegno in terapia ha una storia antica e tante applicazioni attuali. A me interessa applicarlo per aiutare a vedere le cose da un’altra prospettiva e lo trovo una ciliegina sulla torta del mio modo di fare psicologia.

Lo utilizzo in tanti modi diversi ed eccone qualche esempio!

Disegno del problema

disegno in terapia - disegno del problema

Disegnare il problema significa darne una rappresentazione concreta, riconoscibile e mostrare come è costruito e progettato.

Una volta disegnato, il problema può essere vissuto e affrontato come qualcosa che è altro da sé e si può cominciare a ipotizzare soluzioni perché si conoscono meglio i suoi punti di forza e i suoi punti di debolezza. In pratica, una volta che lo vedi, ti è più facile notare dove puoi agire per togliere al problema il potere sulla tua vita.

Il Cerchio delle relazioni

disegno in terapia - cerchio delle relazioni

Il Cerchio delle relazioni è un esercizio volto a riconoscere la tua posizione rispetto alle persone che frequenti nella vita. L’obiettivo è permetterti di osservare quale ruolo assumi, quale vicinanza concedi e quale, invece vorresti. Questa attività può essere declinata in modo creativo, ad esempio utilizzando il disegno di un bersaglio in cui tu sei al centro oppure creando la formazione di una squadra sportiva o immaginando un club e assegnando ad ognuno il suo spazio e ruolo.

Il Cerchio delle relazioni è utilizzabile in ogni situazione di difficoltà relazionale e può essere un valido punto di appoggio durante un percorso di elaborazione del lutto.

[Ti può interessare anche Re-Membering e Club di Vita: ruoli, connessioni, relazioni]

La Ruota

disegno in terapia - ruota

Un altro cerchio? Più o meno…

La Ruota è uno strumento di coaching volto a identificare in modo chiaro quali aree di vita siano meritevoli di cambiamento e quali vadano già bene così. Ho scelto di utilizzarlo anche per relazioni familiari e di coppia in crisi, come traccia grafica su cui partire per produrre cambiamenti.

La Ruota è costituita da una serie di spicchi che nel programma originale sono fissi per numero e argomento, ma che possono essere disegnati e nominati in modo personale. Ogni spicchio corrisponde a un’area di vita o a un aspetto della relazione che ritieni importante per te e viene colorato per rappresentare la misura di soddisfazione di ogni spicchio.

Affinché questo lavoro abbia un senso è importante che gli spicchi siano scelti bene e che, una volta misurata la soddisfazione per ogni spicchio, tu abbia supporto nell’utilizzare i dati emersi. Altrimenti serve solo come passatempo. 😉

La Mappa del cambiamento

Disegno in terapia - mappa del cambiamento

Tecnicamente, questa mappa si chiama Mappa della migrazione dell’identità. Un po’ complicato, quindi traduciamo in Mappa del cambiamento.

Questa mappa è utilizzabile durante un percorso terapeutico per mettere nero su bianco dove ti trovi in ogni passaggio del viaggio, se ti capita di ripassare su territori -psichici- simili tra loro e con quale equipaggiamento.

Si tratta di una mappa narrativa molto suggestiva e potente. Da usarsi in compagnia di psicologo che la conosce.

il cavaliere con un peso sul cuore

Conosco questo libro che, sebbene non centri nulla con la Mappa del cambiamento, è utile da leggere quando il viaggio per l’equilibrio e la serenità sembra impossibile da affrontare.

Mandala

Disegno in terapia - Mandala

Questi sono tra i miei preferiti! Li puoi usare in autonomia, disegnandoli, colorandoli e rilassandoti – di questo racconto anche in K????? ( Kairós ) – oppure puoi usarli come strumento terapeutico.

Ho creato un’attività che ho chiamato La Metafora Terapeutica che ne arricchisce l’utilizzo: è uno strumento nuovo, creativo, suggestivo e potenziante dell’autostima.

Parrà di parte, ma te la suggerisco! 🙂

L’Albero della Vita

Disegno in terapia - albero della vita

Un’altro strumento che mi piace molto e di cui ho parlato anche  in altre occasioni è l’Albero della Vita. Questo strumento, come la Mappa del cambiamento, arriva dalla Terapia Narrativa ed è preferibile che venga utilizzato con un professionista che ne conosce la teoria e le applicazioni e sia avvezzo al metodo.

Anche in questo caso, alla solida base dell’attività originale, ho affiancato elementi nuovi che derivano dall’arte-terapia e dalla Terapia a Seduta Singola.

Il risultato è uno strumento divertente, pratico, che massimizza l’efficacia della terapia.

Ti piacerebbe provare il disegno in terapia, ma hai dei dubbi?

Ti faccio una proposta!

Scegli un’emozione e disegnala, poi mandamene una fotografia su whatsapp (345 3741840) o tramite mail e ti indicherò gratuitamente come potresti procedere per conoscere quell’emozione e cosa puoi fartene per rendere ancora migliore la tua vita.

Il disegno è un progetto per sistemare gli elementi in modo tale da poter soddisfare al meglio uno scopo particolare.

Charles Eames

 

Se ti è piaciuto, condividilo:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento