francesca-fontanella-psicologo-profumo-di-mandorla-relazione-di-coppia-quarta-e-ultima-puntata

Oggi vi racconto una storia vera. Sarò sintetica, anche se in alcuni punti ci sarà la necessità di dilungarsi un po’. Si racconta un breve percorso di sostegno in cui si intrecciano Terapia Narrativa e Terapia Centrata sulla soluzione. L’articolo chiude una serie di 4 appuntamenti sulla Relazione di coppia (qui trovate il primo, il secondo, il terzo).

Tema di oggi: sessualità.

Premessa

R. e E. desiderano recuperare intimità nella coppia.

Vengono da un trasloco impegnativo che li ha portati a 1000 kilometri dal paese d’origine, dalla loro casa e dalle loro famiglie. La nuova vita, il nuovo lavoro di R. e i nuovi ritmi di E. hanno influenzato la sessualità della coppia che non ha avuto rapporti sessuali negli ultimi 3 mesi, eccetto un tentativo, poco appagante.

L’elemento comune

R.: “Non so, non mi piaccio e così mi passa la voglia! Il nuovo lavoro è stancante e la pelle, lo sguardo, la postura, ne stanno risentendo…”

E.: “I nuovi orari mi stancano e fatico a conciliarli con il tempo libero!”

R. ed E. scelgono, in accordo, di chiamare la causa della loro ridotta intimità ‘Stanchezza‘. Questa Stanchezza rende irritabile R., mentre, per E., è associata alla svogliatezza.

Cosa renderebbe più sopportabile la Stanchezza?

E. ritiene che la Stanchezza sarebbe più sopportabile se tornassero i sorrisi e l’entusiasmo di R.; R. ritiene che  la Stanchezza sarebbe più sopportabile se tornassero le idee e le iniziative di E. I due concordano nel riconoscere che la Sopresa potrebbe essere un antidoto alla Stanchezza. Di fatto, nella loro coppia, mancano Sopresa e stupore, meraviglia e fantasia.

Una sorpresa al giorno…mela

Si sceglie di fare un esperimento (sulla traccia di un’idea di Selekman): per una settimana, R. ed E. penseranno ad una piccola sopresa per l’altro, da nascondere in casa. Nessuno dei due saprà quali saranno le soprese nè dove si troveranno, entrambi hanno il compito di scovare le soprese dell’altro.

Dopo una settimana, R. ed E. arrivano divertiti e pronti a raccontare delle sorprese ricevute. Riferiscono che la componente Sorpresa ha influenzato positivamente la Stanchezza e che si sono concessi anche delle belle passeggiate.

Ma la sessualità continua a restare in secondo piano…

Non c’è stato desiderio sessuale, ma c’è stato desiderio di stare insieme. La coppia riflette sul fatto che questo è nuovo per lei e si chiede se possa significare che il loro amore ha superato la fase della passione. A questo pensiero la coppia si irrigidisce: R. ed E. temono la narrazione dominante per cui nella coppia rodata vi sia un raffreddamento nella passione e nella sessualità e associano il raffreddamento al tradimento. La paura che l’altro sia insoddisfatto e che tradisca è un freno inibitore ad una sessualità spontanea. Il raffreddamento crea paura, che crea raffreddamento.

Per entrambi, il raffreddamento è da associarsi al trasferimento: prima, ‘a casa’, calore e passione caratterizzavano la loro storia.

Prima quando? In che contesto?

La coppia rintraccia situazioni in cui la sessualità e la passione erano presenti e dopo qualche minuto si guarda negli occhi esclamando: “Profumo di mandorla!

R. ed E. concordano nel ritenere il profumo di mandorla uno degli elementi che favoriva la loro sessualità quando si trovavano nel paese d’origine.

La conclusione vien da sé…

R. ed E. hanno recuperato aromi ed essenze di mandorla e restituito profumo alla loro vita sessuale!

Dott.ssa Francesca Fontanellaalmond-989524_960_720

Il contenuto di questo articolo può essere condiviso con attribuzione della fonte. È vietata la riproduzione senza attribuzione della fonte.

 

 

Se ti è piaciuto, condividilo:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento