francesca-fontanella-psicologo-senso-del-dovere-scarpe-strette-e-principio-di-preferibilita

Dico a te, che stai sbuffando davanti al PC, che devi preparare il pasto, che devi scrivere una mail, che devi farti una doccia, che devi andare in palestra, che devi leggere quel libro sul comodino, che devi mettere a posto l’armadio in cantina, che devi

Che devi…

Lo so che non hai tempo e che devi fare tante cose, ma, se ti va, puoi leggere questo articolo…

Non lo devi leggere, puoi farlo, solo se ti va.

——————-

Ti racconto una storia…

In un paese sconosciuto, le persone vivono secondo il Principio di Doverizzazione. Sono tenute ad occuparsi di molte cose, talora contemporaneamente. Devono farle. Altrimenti non sarebbero abbastanza brave, forti, capaci, attive, efficaci…

Durante la giornata utilizzano molte energie per svolgere tutte le attività programmate, far fronte agli imprevisti e ripetere mentalmente le attività da fare nei giorni seguenti.

Davvero faticoso!fatica

Indossano scarpe più piccole di un paio di numeri, stringono i denti per il dolore, ma non le cambiano; si sentono costrette ad indossare solo quelle, sebbene così piccole per i loro piedi.

Un giorno in paese, il Sindaco ha un’idea originale e promulga una legge chiamata Principio di Preferibilità.

La legge autorizza ciascuno a chiedersi, prima di iniziare un’attività, se essa sia necessaria o preferibile e ad indossare scarpe del numero giusto per i propri piedi.

Che difficile per gli abitanti del paese imparare a godere dei diritti del Principio di Preferibilità! Ma dopo un pò di allenamento, eccoli diventati bravissimi.

Hanno ancora tutte le loro faccende da sbrigare, ma le organizzano e gestiscono in  modi alternativi.

Si fanno  molte più domande e si chiedono, ad esempio:

  • Devo fare questa cosa?
  • E’ necessaria? E’ preferibile?
  • Posso svolgerla in un modo più comodo? Quale?
  • Posso farmi aiutare?

Non trascorrono più la giornata con il volto tirato per il male ai piedi e non aspettano più, con urgenza, la sera, il fine settimana, le ferie, per togliersi le scarpe. Non aspettano più che la vita scorra, ma si concedono di viverla.

E tu, vuoi cambiare numero di scarpe?

Dott.ssa Francesca Fontanella

Se ti è piaciuto, condividilo:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento